CERCASI AGNESE DISPERATAMENTE

leggi dall’inizio

leggi la parte precedente

PARTE 6

IL SALVATAGGIO

 

Poi, inaspettatamente arriva un messaggio e  il giorno sognato da tutti si concretizza! Finalmente!

In chat:

24/01/17, 14:08 –  Barbara: È stata ritrovata Agnese a Manosque

Appena mi arriva vi mando il numero di telefono della signora che l’ha trovata!

Nei primi concitati momenti dopo questo messaggio non capiscono davvero bene se l’abbiano presa . Infatti il messaggio arriva da Michela! Ossia colei che l’ha persa, ma Agnese porta una medaglietta con il numero di telefono della mamma di Michela verso cui la fiducia è assai poca e non sanno bene come comportarsi. Poi finalmente arrivano proprio da lei le notizie del ritrovamento e della sua cattura.

24/01/17, 14:42 – Sandrine : È a 71 km da Carcès

24/01/17, 14:58 – Barbara: Fille du propriétaire du Restaurant   LE PATACREPE  a Manosque Les Grandes Terres

 

La sua cattura ha dell’incredibile! Anche se di cattura vera e proprio non si può parlare; infatti Agnese, attirata dall’odore di cibo, è letteralmente caduta in una vasca di olio esausto situata nel retro del ristorante Le Patacrepe, che ne utilizza tantissimo per fare le patatine fritte. Per fortuna il livello non era tanto alto e questo pur impedendo ad Agnese la fuga non l’ha fatta annegare nel liquido vischioso.

La chat è un susseguirsi di “Evviva!! Oddio!! Non ci posso credere…” e anche qualche lacrima si versa dalla felicità. Corinne parte di corsa per andare a recuperarla e ormai è chiaro a tutte che sarà lei la nuova mamma di Agnese . Se l’è guadagnata! Le raccomandazioni perché la cagnolina non tenti di nuovo la fuga si sprecano, ma Agnese è stanca e forse è stufa di correre. Si fa portare a casa senza tentare di liberarsi, si lascia fare il bagno, anche se non troppo convinta ( si ricorda del phon!) e poi si gode un meritato riposo sotto una bella copertina calda.

A vedere le foto di Agnese sana e salva a tutte si scioglie il cuore e davvero non riescono a credere a quella botta di fortuna che ha permesso di prenderla. Se non fosse andata così forse non ci sarebbero mai riuscite!

La cosa davvero pazzesca, che tutte trovano alquanto strana, è che Corinne riferisce di averle dato da mangiare dalle mani del wurstel e che si è lasciata tenere in braccio, quando le notizie che erano giunte dai suoi primi adottanti erano così discordanti: un cane impaurito e scontroso e che nemmeno prendeva il filetto dalle mani!

“Ho corso davvero tanto. Non ne potevo più. Sono così stanca. Quella vasca aveva un buon odore, ma non è stata una buona idea infilarmici dentro. Ho avuto tanta paura. Poi mi hanno tirato fuori e io sono stata ferma, mi hanno tenuto saldamente. E’ venuto un angelo a prendermi, ci siamo guardate negli occhi e ho capito che è lei. Ho corso tanto per arrivare da te, angelo mio. Ora che sei qui con me non scappo più. Buona la pappa che mi dai. Come dici? Wurstel? Si? Devo ricordarla questa parola, sono buoni buoni. Aspetta che mi sistemo meglio qui in braccio a te. Hai un buon odore.  Mi piace, mamma.”

 

Corinne ha dato un nuovo nome alla dolce Agnese, dal quel giorno lei è diventata Bella e condivide la casa di Corinne con altre due cagnoline vecchiette, salvate da eutanasia.

25/01/17, 13:16 – Sandrine : Corinne mi ha detto che non cerca assolutamente di scappare, che non tira nemmeno al guinzaglio,che quando la chiama Bella lei alza gli occhi e la guarda con dolcezza..sta accanto a lei sempre..

Fantastico!!!

 

Bella ora ha una casa, una nuova medaglietta brillante e una mamma super speciale oltre a tante tate che l’hanno amata e sostenuta come non mai!

 

Corinne e Claudine sul posto, Sandrine dall’Italia, tutte gli abitanti dei villaggi francesi incontrati in questo pazzo viaggio su e giù per la regione del Var e tutte le volontarie di Genova e Salerno hanno indubbiamente un cuore immenso. Hanno sofferto un mese e tribolato non poco a sapere la piccola dispersa per una regione immensa e molto vasta, ma i loro sforzi sono stati premiati.

Quello che infatti mi ha portato a scrivere questa storia è la sinergia che si è creata attorno a questa vicenda; non so se sono riuscita a ricreare tutta l’emozione e l’ansia che i protagonisti hanno vissuto. Forse per loro questo racconto sarà riduttivo,ma spero di avervi trasmesso tutta l’energia positiva che si è creata attorno a Bella.

Pensate che da quel giorno se vi trovate a passare dalla creperia LE PATACREPE a Manosque potete trovare la crepe speciale “Bella”. Per tanto tempo  Bella è stata una  star..la star del Var!

Un grazie di cuore a Barbara che mi ha raccontato questa storia fantastica e mi ha permesso di ricostruire tutti gli spostamenti di Bella, fino all’epilogo a sorpresa.

Un grazie enorme a tutte le persone come loro che rendono questo mondo un posto migliore dove vivere.

Ecco i contatti dell’associazione IMPRONTE DA SALVARE

per visitare la loro pagina Facebook  e vedere foto e appelli:

www.facebook.com/improntedasalvareLiguria

http://improntedasalvare.blogspot.it/

per adozioni e informazioni:

Alfonsa 348 5114833

Margherita 342 1544162

[email protected]

Per un aiuto concreto o  per fare la mamma a distanza:

IBAN IT31P0569649540000002136X52

PER IL 5×1000 c.f. 92108000099

Menzione speciale su richiesta della mamma Corinne, per altri due fantastici volontari, che hanno operato con loro sul posto; ecco il messaggio di Corinne, originale e tradotto:

Bonsoir, je vous remercie pour l’histoire de Bella, c’est très touchant ❤ Claudine et moi même aurions aimé que vous mentionnez Mr Claude Luquet et Mme Jacky Luquet dans l’histoire de Bella sur les prochaines parties. Ils ont été présent tous les jours avec nous sur le terrain pour retrouver Bella et continue encore aujourd’hui de prendre de ses nouvelles et de m’acheter des alèses puisque Bella n’est pas propre la nuit. Jusqu’au bout ils étaient présents et depuis le début, alors si vous pouviez les mentionner en soulignant qu’ils étaient là tous les jours, ce serait super 😉 Merci encore, bonne soirée à vous 😗

Buonasera, grazie per la storia di Bella, è molto toccante - Claudine e io avremmo voluto che citassi 
il signor Claude Luquet e la signora Jacky Luquet nella storia di Bella, nella prossima parte in arrivo
Sono stati lì ogni giorno con noi a terra per trovare Bella e continuano oggi a chiedere sue notizie 
e comprarmi dei materassini perché Bella ne ha bisogno per la notte.
Fino alla fine erano presenti e fin dall'inizio, quindi se potessi menzionarli 
sottolineando che erano lì ogni giorno, sarebbe fantastico. Grazie ancora e buona serata 

Bella in relax
Bella, oggi
Precedente CERCASI AGNESE DISPERATAMENTE Successivo MAX LO BUONO, ARTISTA POLIEDRICO